.
Annunci online

Ghiandaiedapicchiata
Eco di passi nella memoria/ giù per il corridoio che non prendemmo/verso la porta che non aprimmo/noi nel giardino delle rose
31 dicembre 2007
Il tesoro sotto il ponte
 Una notte il rabbino Isacco, figlio di Ezechiele, che abitava poveramente a Cracovia ricevette in sogno l'ordine di recarsi nella lontana Praga e una volta laggiù scavare sotto un ponte che portava al palazzo del re, vi avrebbe trovato un tesoro nascosto.
Egli all'inizio non prese sul serio quel sogno, ma poiché si ripeté uguale quattro o cinque volte, infine decise di mettersi in cammino in cerca del tesoro.
Quando però arrivò al ponte, scoprì con sgomento che il ponte era sorvegliato giorno e notte dai soldati. E siccome giorno dopo giorno si recava al ponte senza avere il coraggio di scavare nel punto indicato, alla fine fu notato dal capitano delle guardie, il quale gli si avvicinò e gli chiese amichevolmente se per caso avesse perso qualcosa o se aspettasse qualcuno. Il rabbino, imbarazzato com'era, gli raccontò del sogno che lo aveva spinto fin lì dal suo lontano paese.
Il capitano scoppiò a ridere: "Ma davvero tu hai fatto tutta questa strada a piedi per dar retta a un sogno? Stai fresco a fidarti dei sogni... Allora anch'io, per dar retta a un sogno che faccio ripetutamente, avrei dovuto recarmi nella lontana Cracovia, in casa di un ebreo di nome Isacco, figlio di Ezechiele, per cercare un tesoro sotto la sua stufa... a casa di Isacco di Ezechiele! In una città dove la metà degli uomini si chiamano Isacco di nome e l'altra metà Ezechiele di cognome! Ora starei ancora a mettere a soqquadro quasi tutte le case della città!"
E scoppiò di nuovo a ridere. Isacco allora lo salutò, tornò a casa sua e da sotto la sua stufa dissotterrò il tesoro con il quale costruì poi una sinagoga e visse agiatamente.




                                  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storielle

permalink | inviato da Ghiandaiedapicchiata il 31/12/2007 alle 2:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte



La gente esige la libertà di parola per compensare la libertà di pensiero, che invece rifugge.
(Sören Kierkegaard)



La giustizia non è ardore giovanile e decisione energica e impetuosa: giustizia è malinconia. (T. Mann)




Dove non c’è umorismo non c’è umanità; dove non c’è umorismo (questa libertà che si prende, questo distacco di fronte a se stessi) c’è il campo di concentramento.(Eugène Ionesco)




Non è il demone che sceglierà la vostra sorte, ma siete voi che sceglierete il vostro demone. Platone




La conversazione è feconda soltanto tra spiriti dediti a consolidare la propria perplessità. Emil Cioran




Non capisco bene perché gli uomini che credono agli elettroni si considerino meno creduli degli uomini che credono agli angeli. George Bernard Shaw




Non tutte le verità son per tutte le orecchie. Umberto Eco




I cattolici e i comunisti sono simili nel considerare che quelli che non hanno le loro convinzioni non possono essere sia onesti sia intelligenti. George Orwell




Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. Isaac Asimov




In Italia i fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti. Ennio Flaiano



Non è vero che in Italia non esiste giustizia. E' invece vero che non bisogna mai chiederla al giudice, bensì al deputato, al ministro, al giornalista, all'avvocato influente. La cosa si può trovare: l'indirizzo è sbagliato.









IL CANNOCCHIALE