Blog: http://Ghiandaiedapicchiata.ilcannocchiale.it

Degustibus...

Quelli che tastano il vino e  ti dicono com' รจ.
Assaggiano, roteano la linguetta come fanno i criceti e poi partono con una scarambola di aggettivi: un vino sapido, corposo, seducente, intrigante, intenso, generoso.
Poi slurg. Un altro sorsettino e ricominciano: setoso, strutturato, opulento, elegante, complesso. E attenzione al retrogusto. Susina, mela golden, muffa nobile, pesca bianca, fragolina di bosco, ciliegia di fiume, mandarino di montagna.
Una volta a un conclave di intenditori mi fecero degustare un vino pregiatissimo. Poi mi fissarono tutti per sapere il mio giudizio.
Morire se mi veniva un aggettivo. Solo sostantivi. Allora optai per il retrogusto. Ma siccome dire che sapeva di legno sembrava banale calcai la mano e dissi: Un retrogusto di.... parquet.
 
L. Littizzetto
 
                                                 
                                                     

Pubblicato il 25/1/2008 alle 12.58 nella rubrica L' imbecille.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web